Si è conclusa domenica 24 giugno la sesta edizione di Condimenti: Festival di Cibo e Letteratura, la manifestazione del Comune di Castel Maggiore e dell’Unione Reno Galliera, organizzata da MEC & Partners. Oltre 5000 persone hanno partecipato a un week-end di incontri, presentazioni di libri, mostre, cooking show, laboratori, spettacoli per tutte le età e, ovviamente, tanto buon cibo. Nella cornice della splendida Villa Salina, assieme a una ricercata selezione di street food, per tre giorni si sono alternati autori, scrittori, artisti, studiosi e chef per discutere sui temi che saranno protagonisti delle agende del futuro: cibo, innovazione e tradizione, sostenibilità.

Ed è proprio al futuro che ha guardato questa edizione di Condimenti Festival: un nuovo modo di intendere il cibo, senza dimenticarci però del nostro passato e della preziosa storia gastronomica. Sul palco di Villa Salina si è parlato, tra l’altro, delle proteine del futuro, di insetti, con Marco Ceriani, autore di Né ossa né lische: le nuove proteine che fanno discutere l’Europa, ma anche di tradizione con l’antichissima associazione dei Salsamentari Bolognesi, paladini dell’arte salumiera bolognese.

Non sono mancati neanche i laboratori, per tutti i gusti e le età: dall’incontro con i panettieri del Forno Brisa, che ci hanno svelato tutti i segreti della panificazione con la pasta madre e i grani antichi, fino ai laboratori per bambini a tema Coloriamo il futuro, a cura di Coop Alleanza 3.0 con la partecipazione di Alce Nero.

Ma Condimenti, Festival di cibo e letteratura è anche un grande show, che nutre il corpo e l’anima. Da Paolo Cevoli, il mitico assessore, che ha divertito il pubblico di Villa Salina con uno dei suoi personaggi più amati, ai cooking show – sponsorizzati da Veneta Cucine e Coop – di Gianluca Esposito, chef di Eataly Bologna, e Mario Ferrara, chef e titolare della trattoria Scaccomatto.

E ancora, incontri di benessere, come quello con la nutrizionista Carolina Poli, dell’Istituto Erboristico l’Angelica, e degustazioni, con il Vermentino delle Cantine Surrau e Badia a Coltibuono.

Ogni anno Condimenti cresce sempre di più, e sta diventando punto di riferimento della stagione culturale Bolognese, partendo da una nuova consapevolezza: siamo – e saremo – ciò che mangiamo.

Grazie a tutti i partecipanti e al pubblico che ci ha accompagnato in questa bellissima avventura.

Condimenti Festival vi dà appuntamento al 2019!